I (ri)costruttori


Lavori di riconsolidamento post-sisma

Sono cresciuto tra case semi-inagibili, crepe sui muri, geometri semi-analfabeti che si spacciano per ingegneri e si arricchiscono con i fondi per la ricostruzione, imprenditori edili di ogni genere che all’improvviso diventano ricchi…

Vedevo un gran movimento, ma non capivo: ero solo un bambino nell’Irpinia del “dopo terremoto”…

Ripensando alla storia (e che storia!) dell’ospedale de L’Aquila e della discutibile azienda* che ci ha messo le mani per ultima (ma non sarà certo l’ultima opera a cui lavorerà in questo Paese succube) e rispondendo ad una signora che  – visto che fa molto figo – diceva “che non bisogna fare polemica in questo momento” (la cosa evidentemente non mi trova d’accordo, visto che invece bisogna andare fino all’osso e far saltare le teste dei responsabili, come punizione ma anche, soprattuto,  come prevenzione per il futuro!) mi sono convinto che è opportuno continuare a stimolare la discussione sensata sulla questione, onde evitare il tipico assopimento italiano.

*L’Impregilo smentisce di aver effettuato lavori strutturali sull’edificio:

[..] L’ospedale ha iniziato la costruzione nel 1972, mentre noi abbiamo vinto una gara nel 1991, quando l’intera struttura era già stata tirata su. Il nostro compito, con diversi stralci durato fino al 2002, è stato quello di realizzare gli impianti sussidiari: pavimenti, bagni, impianti elettrici e meccanici, mobili, opere di cintura. Ma non ho idea di chi abbia precedentemente realizzato la struttura.

La notizia qui

3 risposte a “I (ri)costruttori

  1. Pingback: Lupo Emigrato

  2. Pingback: Lupo Emigrato

  3. Pingback: Gasparri in un raro momento di autostima « Lupo Emigrato

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...