L’istinto


Mentre giustamente ci si sbraccia per le vittime del terremoto in Abruzzo e gli sfollati, nel resto d’Italia la vita scorre normale e il vero volto del Paese viene fuori.
Riporto un articolo del Corriere che mostra l’inciviltà italiana e spiega perchè siamo biasimati per le condizioni in cui “teniamo” ROM ed extracomunitari “assortiti”…

La direzione degli Spedali Civili si difende così: “Nel caso specifico è stata una guardia giurata a chiamare la polizia dopo che l’uomo si era rifiutato di lasciare l’ospedale“.

In attesa di avere altre notizie, se mai si avranno, mi sto chiedendo: ma perchè l’uomo, che era in attesa del suo turno dopo aver pagato il ticket, è stato invitato ad allontanarsi? Come ha fatto una guardia giurata a capire che era un clandestino?

Forse dal colore…

foto da notizie.tiscali

In ospedale per il mal di denti
Espulso un senegalese

La storia di Maccan Ba, clandestino 32enne. La direzione degli Spedali Civili respinge qualsiasi accusa

BRESCIA—Espulso per un mal di denti. E dire che Maccan Ba, senegalese di 32 anni, clandestino, in ospedale non ci voleva proprio andare. Ma dopo 4 giorni senza dormire e mangiare a causa del dolore, non ce l’ha fatta più ed è corso agli Spedali Civili. Ha pagato il ticket e si è messo in coda.

Ma Maccan dall’ospedale è finito dritto in Questura, con il suo ascesso che gli faceva vedere le stelle. «Mi hanno prelevato nella sala d’attesa del pronto soccorso odontoiatrico —racconta Maccan che ora vive con il foglio di via in tasca nascondendosi in casa di amici e parenti —. Non saprei dire chi mi ha denunciato, se il medico o la guardia giurata a cui ho chiesto indicazioni per arrivare al pronto soccorso. Sta di fatto che sono stato espulso e d’ora in poi non metterò mai più piede in un ospedale».

La direzione degli Spedali Civili respinge qualsiasi accusa e chiosa: «Nei primi tre mesi dell’anno abbiamo assistito 1.006 pazienti extracomunitari. Nessuno di questi è mai stato denunciato perché clandestino. Nel caso specifico è stata una guardia giurata a chiamare la polizia dopo che l’uomo si era rifiutato di lasciare l’ospedale». Oggi davanti all’ospedale ci sarà un sit-in di protesta dell’Associazione «Diritti per tutti».

Giuseppe Spatola
09 aprile 2009

AGGIORNAMENTO: dalla satira si scopre che:



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...