La paura fa 90!


Grazie ai miei “consulenti privati”, ho appena scoperto che oggi si celebra il “battesimo di Cristo al Giordano, per opera di Giovanni Battista!”. L’11 gennaio, infatti, sembrerebbe che  il signor Gesù Cristo, alla veneranda età di 30 anni, abbia deciso, da uomo maturo e responsabile di sè stesso (nonostante le sue quotidiane affermazioni che, oggi, lascerebbero chiunque perplesso sul suo effettivo stato mentale…) di ricevere il battesimo.

In occasione di questa ricorrenza, il signor Ratzinger, che il fato (o la necessità?) ha voluto essere eletto a capo della Chiesa Cattolica, ha personalmente (!) battezzato una decina di inermi bebè e ne ha approfittato per dichiarare quella che sembrerebbe l’ennesima litanìa di una confessione religiosa orami logora.

Ma alcune parole, nel suo discorso, sembrano lasciar trapelare un messaggio nascosto.

Nel leggere tra le righe , le seguenti frasi sembrano dire qualcosa in più di quanto non facciano effettivamente:

“Il bambino non è proprietà dei genitori, ma è affidato dal Creatore alla loro responsabilità, liberamente e in modo sempre nuovo, affinché essi lo aiutino ad essere un libero figlio di Dio”.
“…Se, con questo sacramento, il neo-battezzato diventa figlio adottivo di Dio, oggetto del suo amore infinito che lo tutela e difende dalle forze oscure del maligno, occorre insegnargli a riconoscere Dio come suo Padre ed a sapersi rapportare a Lui con atteggiamento di figlio.”
Non si fa loro violenza, ma si dona loro la ricchezza della vita divina in cui si radica la vera libertà che è propria dei figli di Dio… Voi dunque oggi affidate i vostri figli alla bontà di Dio, che è potenza di luce e di amore; ed essi, pur tra le difficoltà della vita, non si sentiranno mai abbandonati, se a Lui resteranno uniti. Preoccupatevi pertanto di educarli nella fede…”

Mi viene spontaneo percepire un retrogusto di paura in queste affermazioni all’apparenza banali per un papa. C’è qualcosa che spaventa il signor Ratzinger… e quel qualcosa sembra essere il sempre crescente fenomeno dello sbattezzo che sta faticosamente emergendo (seppur ignorato dai mezzi di comunicazione di massa tradizionali) nel nostro tristemente arretrato Paese. Forse i dinosauri cattolici iniziano a sentire sul collo il fiato di chi decide di riacquistare la propria dignità ripulendosi dell’onta dello sbattezzo loro inflitto in tenera ed inerme età.

Non dimentichiamo che meno fedeli = meno potere e meno soldi e, alla lunga, fine dell’egemonia cattolica e ripristino di uno stato laico e super partes!

Speriamo che quel giorno sia vicino. Per accelerare il processo, non posso che rinnovare il mio invito allo sbattezzo a tutti i lettori, suggerendo anche di coinvolgere amici e parenti che potrebbero essere interessati.

Linko qui un filmato molto interessante e ben fatto, un DOCUMENTARIO SULLO SBATTEZZO, realizzato da Current TV, il canale televisivo di Al Gore (non avrete mica creduto che se ne fosse occupato la RAI o Mediaset?😛 )

BUONA VISIONE!

USCIRE DAL GREGGE

USCIRE DAL GREGGE

Aggiungo in chiusura questo dettaglio molto divertente che, per chi crede in riti magico-religiosi e simboli, può avere un significato decisivo:
Il Papa, mentre battezza 13 neonati, perde uno dei simboli del suo potere
Al termine della celebrazione durante il Papa ha battezzato 13 bambini, il Pontefice ha perso l’anello del Pescatore, che fa parte ufficialmente delle insegne del Papa, che la Chiesa Cattolica identifica come il successore di San Pietro, il cui mestiere era quello di pescatore.

L’anello si è sfilato dalle mano destra del Papa ed è caduto sul tappeto vicino all’altare. Il simbolo papale è stato quindi raccolto dal cerimoniere pontificio che lo ha restituito a Ratzinger.

*tratto da: http://www.rainews24.rai.it/notizia.asp?newsID=77562

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...