Usa facebook responsabilmente!


Questo non è uno squallido post, a mo’ di articolo di giornale, scritto da un qualche aspirante giornalista fallito prima ancora di iniziare la professione, che analizza il fenomeno facebook, si interroga sagacemente sui tempi che cambiano e fa spiritosi giochi di parole, degni di un tema delle scuole medie, sui social network

E’ semplicemente una riflessione scaturita dall’incontro casuale con un’amica dell’università che non vedevo da tempo ma che era straordinariamente informata sui miei eventi recenti e delle mie “discussioni” telematiche con un amico cattolico😉

Sono, da tempi non sospetti (più di un anno), un assiduo utilizzatore di facebook: pur nella sua frivolezza, lo ritengo utilissimo per mantere rapporti con amici lontani, specialmente se stranieri, nonchè un’ottima “agenda” per organizzare eventi, serate, cene e quant’altro. Mi piace anche sbirciare le foto degli amici e commentarne le più curiose, controllare cosa fanno i miei conoscenti e magari interagire con loro commentando le loro azioni.

Riflettendo sulla spaventosa diffusione che facebook ha avuto nel nostro ritardatario paese negli ultimi due o tre mesi e il fatto che “costringa” on-line persone che, altrimenti, non avrebbero saputo nemmeno da quale parte si guarda una tastiera, mi è allora balenata in mente l’idea di utilizzare il baraccone monetario di facebook come mezzo divulgativo; tutto sommato non è altro che il meccanismo su cui si basa il sistema pubblicitario online: mettere un logo, uno slogan, un messaggino e attendere che la gente lo legga, più o meno distrattamente. Attendere un pò, integrare nel tempo, e raccogliere i frutti!

Quindi, ciò che mi propongo e che vorrei suggerire ai lettori del blog è: dimenticate le applicazioncine degne di un programma di Maria de Filippi (se penso che stamattina l’onorevole (!) Luca Barbareschi su La7 difendeva l’importanza dei reality show… ma queste è un’altra storia!) usate il vostro “stato facebook” per comunicare notizie di economia, politica, società, ecc…; oppure create o aderite a gruppi a carattere sensibilizzante, “postate” link ad argomenti interessanti: tutto ciò verrà letteralmente “sbattuto in faccia” ai vostri contatti dal sistema e voi avrete il merito di aver quanto meno fatto riflettere per un attimo decine di persone su un problema che vi sta a cuore!😉

Senza nulla togliere agli scopi ludici che si prefigge qualunque utente di facebook, me compreso🙂

Anzi, un eccesso di serietà potrebbe essere controproducente😉

PS: approfitto dell’occasione per pubblicizzare il gruppo facebook, di recentissima formazione, di Lupi Emigrati:

Lupi Emigrati - facebook groupLupi Emigrati – facebook group

da cui è tratta la seguente foto (cliccala per ingrandire) dell’Abbazia del Goleto (Sant’Angelo dei Lombardi – AV):

Abbazia del GoletoSant’Angelo dei Lombardi: Abbazia del Goleto

Il nostro bellissimo e molto più pratico forum resta comunque attivo per tutti voi!! Il gruppo facebook è solo un’estensione😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...