Diversi, no! Abili, si!


A quanti criticano le iniziative volte a favorire l’integrazione delle persone diversamente abili (10% della popolazione europea!) suggerisco di dare un’occhiata a questo servizio di Euronews, disponibile anche in italiano.

In soli 8 minuti, viene illustrato, con linguaggio semplice e accessibile anche a chi ha acuti problemi di ottusità, il significato di una società in cui i disabili siano integrati e l’importanza che il rispetto per gli stessi e le loro necessità riveste per tutti noi.

Come ho già affermato in passato, l’aumento del grado di civiltà di una nazione si ripercuote sotto forma di effetti positivi sull’intera popolazione!

ps: ecco cosa può fare, ad esempio, chi si occupa di tecnologia: mouse oculare

3 risposte a “Diversi, no! Abili, si!

  1. Hai, come sempre, centrato il problema.
    La nostra, decadente, società sta perdendo molti valori.
    E, proprio a proposito della civiltà di un popolo, dato che hai già una volta citato l’ottimo Paolo Rossi ( che non è il Paolino calciatore ) vorrei segnalarvi un testo, quantomai attuale, che Paolo Rossi utilizza di frequente nei suoi spettacoli.
    E’ il ” discorso agli ateniesi ” di Pericle.
    E’ datato 461 a.C. ma è di straordinaria attualità.

    http://blueyes80.wordpress.com/2006/11/03/pericle-discorso-agli-ateniesi-461-ac/

    Mi piace

  2. bravi ganconer e sdrummelo. meritate un plauso. i vostri sono veri valori.
    cicerone nell’epistola pro Ligario scriveva – gli uomini tanto più si avvicinano agli dei quanto più danno la vita agli altri uomini.-

    Mi piace

  3. Avevo visto Paolo Rossi recitare il “discorso”, che, se non sbaglio, era stato anche censurato dalla RAI.
    E’ coinvolto anche in una magra figura fatta dai dirigenti RAI: la censura della trasposizione del “Malato Immaginario” di Molière in cui un personaggio “ciarlatano” ha “insospettito” i vigili tutori del presidente del consiglio, qualche anno fa; ma la censura è scatata dopo aver trasmesso la prima parte dello spettacolo, perchè nessuno si era accorto prima dei temi trattati dalla pièce…

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...