“Un italiano vero”


…cantava Cutugno qualche anno fa…

Mi chiedo, a volte, chi sia l’italiano vero…

All’estero tutti identificano l’italiano con il mascalzone, il mafioso, il tacchinatore, il falso, il meschino, il caciarone, l’imbroglione…

Vi ricorda nessuno questa descrizione?😉

Grande sconforto mi assale ogni volta che parlo con qualche straniero e devo confessare che

– “I am italian

– “Ah, pizza, mandolino, spaghetti, Berlusconi…

Berlusconi?? Ma è questa l’immagine che diamo all’estero? Gli stereotipi dell’italiano medio, che già sono vergognosi, vengono affiancati a quest’ometto che tra 5 anni raggiungerà la quota dei 77 anni (vita media di un italiano maschio) e fa il bello e il cattivo tempo in tutti gli ambiti della società italiana?

Quando, in periodo elettorale, osservavo da paziente spettatore (noi italiani siamo gli unici “occidentali” a non poter votare dall’estero.. probabilmente perchè chi è all’estero vede le cose troppo chiaramente, non sottostando alla censura interna!) e rispondevo alle domande dei miei amici stranieri sul perchè non potessi votare con delle sconsolate spallucce, ho iniziato a spulciare i giornali esteri per vedere cosa dicessero di noi ho avuto una ben magra consolazione nel vedere come tutti si affannassero a deridere il signor Silvio o a sottolinearne, allarmati, la pericolosità per la democrazia stessa. Ne riporto alcuni alla fine del post; chi necessitasse della traduzione, si senta libero di chiederla😉

Ho approfittato della cosa per scrollarmi di dosso la puzza di “italiano” (quel tipo di italiano!) e ho diffuso questi articoli tra i miei amici… nulla di sorprendente per loro: i loro quotidiani riportavano tutti approfondimenti simili… Immagino che solo i quotidiani russi abbiano riservato un minimo di gioia per questa elezione… eh… fra loro Putin e Berlusconi si capivano a meraviglia, si sa…

L’idea di sottostare al regime di questo “signore” non mi sfiora neanche lontanamente… fuggirò dall’Italia il prima possibile… fortunatamente ne ho le possibilità e capacità…

Queste esatte parole mi dicevano anche dei colleghi venezuelani.. i racconti della politica di Chavez sembravano riassunti peggiorativi delle gesta di Berlusconi in Italia, che da allora io chiamo “VenezEUla” (o “European Union Venezuela“). Alcuni di loro sono in Venezuela, temporaneamente… altri sono già riusciti a sfuggire alle grinfie di Hugo Rafael e si sono “rifugiati” in Europa.

Presto quella sorte toccherà a me (e non lo rimpiango affatto) e tanti di voi… spero che vi piacciano le realtà cosmopolite e non siate dei bigotti pieni di pregiudizi: in questo modo il tutto sarà un piacevole diversivo piuttosto che un esilio😉

Basandomi su vicende vecchie (Il famoso Roberto Dal Bosco) e recenti dedico questa vignetta al proprietario di quella che una volta era la mia Italia.

LEZIONI DI FISICA

LEZIONI DI FISICA

Spero che i bambini, con vignette come queste e quelle di tanti altri smettano di prendere ad esempio certa gente e imparino ad impegnarsi e a guadagnarsi onestamente il rispetto e la possibilità di una vita dignitosa!🙂

berlusconi-elections-2008

4 risposte a ““Un italiano vero”

  1. non posso fare altro che ripetermi : GENIALE !!!

    Mi piace

  2. evvai.. per ora sono tre ad aver apprezzato questa vignetta…

    sarà troppo intellettuale?😛

    Mi piace

  3. a parte la vignetta…soffermiamoci sul contenuto dello scritto: ormai l’ultima chance è fuggire da qui…
    non che di politica ne capisca qualcosa, anzi sono veramene una frana, io all’estero, se mi prendono per spagnola dico “yes, I’m Spanish” almeno abbiamo uno che sa rispondere ai continui “no” di Maledetto XVI (cosa che anche il governo Prodi…bè…”La CHiesa va rispettata”, ma dio mio!!!la chiesetta ha il suo staterello, si chiama Città del Vaticano,perchè cavolo non governa quello invece di stare a metter beghe in quello che è uno stato laico?
    non so che televisione ci sia in Spagna, ma spero che non facciano programmi fatti a posta per rimbecillire ragazzi e ragazze…
    perchè è vero che abbiamo questo Brontolo a rovinarci, ma è vero pure che molti di noi non hanno manco le sinapsi collegate, “un neurone che si è ucciso per solitudine”…
    e suppongo che questo sia grazie a una serie di governi che ci ha fatto una sorta di elettroshock e ci ha messo allo stato vegetale davanti a tette e culi e gel per capelli…
    fuggire…è l’unica soluzione possibile…

    Mi piace

  4. lavaligiadicartone

    Non posso che sottoscrivere…questo post potrei averlo scritto io…

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...