Fusilli al Tegamino


In questa occasione scenderò dalla cattedra e lascerò pentole e padelle a cuoche che nulla hanno di Crappy… magari hanno una leggerissima carenza di educazione alimentare, ma sanno come ben mescolare gli ingredienti (specialmente quelli rustici) per ottenere piatti sopraffini.

Per la gioia degli Irpini più golosi, degli emigranti più nostalgici e di tutti i curiosoni buongustai in giro per il mondo, presento oggi i FUSILLI AL TEGAMINO, specialità irpina e, con qualche variante, in generale campana, sapore dei tempi antichi, piatto povero ma non troppo, nutriente e completo.

Una gioia per il palato, molto accattivante alla vista, con il suo alone di mistero generato dal tegamino

Preparazione:

  • Pasta

Amalgamare farina e uova con acqua (qb: esempio di proporzione: 1 kg di farina, 5 uova, acqua in quantità tale da rendere l’impasto sufficientemente consistente). Lasciar riposare l’impasto in una ciotola per circa mezz’ora, coperto con un panno umido.

Stendere l’impasto e tagliarlo a striscioline sottili (circa 1 cm di diametro).

“Allungare” le strisce a mano fino ad ottenere delle stringhe di circa 3 mm di diametro e 10 cm di lunghezza.

Con l’apposito “fusillo” (un ferretto lungo circa 30 cm e di diametro pari a circa 1 mm) lavorare ciascuna stringa onde ottenere la tipica forma a spirale. (Questo passaggio è particolarmente complicato e richiede molta destrezza ed esperienza😉 ) L’angolo di inclinatura del fusillo rispetto all’asse della strisciolina di pasta deve essere di circa 30° gradi. Il movimento oscillatorio deve essere sicuro e deciso per ottenere della pasta dall’aspetto consistente, altrimenti si rischia di mangiare “fusilli amorfi” (spirali molto rilassate😉 )

  • Sugo

In una pentola unire passata di pomodoro con cipolla tritata, carote, basilico e far cuocere a fuoco basso.

Nel frattempo preparare delle polpettine a base di carne di maiale, vitello o mista, amalgamata con uovo, pane grattugiato, formaggio e prezzemolo; farle soffriggere qualche minuto in padella ed unirle al sugo.

Lasciare cuocere per circa un’ora.

  • Piatto

Riempire i pentolini di terracotta (tegamini)alternando strati di sugo, mozzarella, formaggio e pasta, dopo aver bollito per un paio di minuti al massimo i fusilli prodotti. Lasciare cuocere in forno preriscaldato a 220° per circa quaranta minuti.

Tegamini di terracotta

Tegamini di terracotta

Lascerò che i passaggi della preparazione siano illustrati direttamente dalle mani artefici dell’opera d’arte, accompagnate dalla soave musica di Seppuccio che detta il ritmo alle solerti e competenti dita, “A tempo di campagnola“…

6 risposte a “Fusilli al Tegamino

  1. senza parole …
    troppa acquolina😉
    grande sdrum!!!

    Mi piace

  2. complimenti!!!
    anche il video è molto molto carino bravo!!!

    Mi piace

  3. grazie grazie, troppo gentili🙂

    l’onore va tutto a mamma e nonna che hanno creato queste delizie🙂

    Mi piace

  4. essere_fastidioso

    Sono onorato di aver in qualche modo “partecipato” alla “fase finale” di questa opera d`arte… ;):):) la sua consumazione! :P:P:P

    Mi piace

  5. Pingback: Aggiornamento sui fusilli :) « LUPO EMIGRATO

  6. Pingback: Riflessioni domenicali « Lupo Emigrato

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...