Archivi tag: caricatura

Un tipo molto “impegnato”

Purtroppo altri impegni mi tengono lontano dal blog e dalla demenzialità :(

Sperando di avere finalmente un po’ di tempo con il nuovo anno, per il momento saluto tutti e torno alle mie frenetiche attività… ;)

Arnold Schwarzenegger - Terminator - in un momento di relax

Pecorelle al pascolo

Guardatevi sempre le spalle… ;-)

Bersani ci mette la faccia

L'altra faccia del PD - ritratto pierluigi bersani massimo d'alema 2

Disegno ispiratore del fotoritocco che trovate qui ;-)

Il Nuovo Volto del PD - D'Alema Bersani vignetta

Ed ecco invece qui il ritratto originale di Pierluigi Bersani, prima della modifica: :-P

Ritratto Pierluigi Bersani, vignetta, disegno

Punto nell’orgoglio

Punto nell'orgoglio

Cannavaro ne ha fatta un’altra… corsi e ricorsi storici che si accumulano alle spalle di questo simpatico calciatore partenopeo :-)

che fortunatamente pare uscirne sempre pulito ;-)

Vignetta realizata in collaborazione con CalcioIta

Leggere attentamente le istruzioni

Vignetta Papa Benedetto XVI no ai preservativi AIDS

Yaoundé (Camerun), 17 marzo 2009

Con l’autorità donatagli dalla vaporosa veste che ne avvolge le ottuagenarie terga, il candido Ratzinger ha oggi svelato al Mondo, in occasione della sua visita nel continente africano, che “non si può superare con la distribuzione dei preservativi che, anzi aumentano i problemi“.

Le parole del luminare, apparentemente insensate, hanno fatto pensare a un colpo di sole, ma gli spettatori più attenti hanno immediatamente riconosciuto il disegno intelligente del pontefice intuendo le implicazioni di tale sorprendente affermazione. Alla luce di quanto rivelato dal papa (che, per dare maggiore solidità al proprio discorso, ha poi raccontato alcuni aneddoti sulla storia di un ebreo che, alcuni millenni or sono, seminò il panico nel medioriente camminando sull’acqua e resuscitando cadaveri) è stato poi chiaro come la soluzione finale al problema della diffusione dell’AIDS risieda nella semplicissima astinenza sessuale dell’intera popolazione africana per omnia sæcula sæculorum.

L’articolo originale, con la vera cronaca dell’evento: qui

Mr. Berns e il nucleare

mr-berns

Berlusconi - Burns: il nucleare in Italia?

Non sono contro la tecnologia.

Non sono contro il progresso.

Non sono contro il benessere.

Per questo sono contro le centrali nucleari.

Non è una presa di posizione contro il demone nucleare.  Sono un sostenitore della ricerca (campo in cui l’Italia non si classifica nemmeno…), purchè venga fatta con criterio.

Tanto tempo fa pensavo che, visto che compriamo l’energia dalla Francia e che tanto un eventuale incidente oltralpe non avrebbe rispetto dei confini politici, non c’era motivo per cui non si dovesse procedere alla “nuclearizzazione” dello Stivale.

Allora non ero però sufficientemente informato per rendermi conto che le fonti di energia alternativa esistono e devono essere cercate altrove, almeno per il momento.

Il Premier, che ama decantare la ricchezza naturale del nostro Paese quando, in sede europea, gli vengono poste domande che riguardano i suoi infiniti processi, dovrebbe perciò smettere di gestire l’Italia come una “Cosa Sua” e, forte del potere conquistato a suon di lavaggi del cervello, potrebbe, magari per provare un’esperienza nuova, concentrarsi su come risollevare le sorti della Nazione e, al contempo, offrire un piccolo sostegno al fragile equilibrio climatico mondiale.

Perchè, nel Paese del Sole, non si investe massicciamente nel fotovoltaico e nel solare termico?

Perchè non si sfruttano maree, fiumi e dighe per aumentare le produzioni idroelettriche?

Perchè non si destinano corposi fondi allo sviluppo di generatori eolici, che pure trovano ampi spazi in cui essere installati in tutta la penisola?

Si legge anche di generatori magnetici, di cui non so molto ma che potrebbero essere un’idea rivoluzionaria.

E i famosi motori ad idrogeno?

Un’Italia che spreca miliardi nella costruzione di centrali nucleari che saranno pronte tra decenni, quando c’è energia estraibile  con impatto ambientale zero ovunque, è un’Italia perdente, un’Italia squallida, un’Italia fallita.

Per fortuna che c’è il calcio e i culi in televisione.

Mi sento già  meglio solo al pensiero…

Aggiungo, in chiusura, il link al sito da cui ho preso il bannerino antinuclearizzazione che campeggia tra i widget laterali:

amici di maria de filippi, grande fratello, calimembro, upskirt, carfagna, nuda, sexy, scuola